Uova & cavoli rossi.

Oggi parliamo di uova e cavoli rossi.

Sì perché questo bellissimo ortaggio, oltre ad essere ottimo affettato crudo in insalata, possiede grandi virtù tintorie. Allora procediamo! Vi serviranno:

  • alcune uova
  • mezzo cavolo rosso
  • una pentola capiente
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • 1 cucchiaio d'aceto
  • corda, elastici, ecc
  • alcune foglioline
  • una vecchia calza smagliata, qualche tessuto di garza
  • un pezzetto di burro (se volete l'effetto marmorizzato)

Bollite il cavolo affettato, in abbondante acqua, per circa 30 minuti. Filtrate l'acqua di cottura (le foglie lessate potrete mangiarle a cena, condite con pepe, olio e sale!) e, mentre è ancora calda, aggiungete sale grosso e aceto. Lasciate raffreddare e versate in un capiente vaso o barattolo.

A questo punto prendete le uova. Per la decorazione avete diverse possibilità, a seconda del vostro temperamento :).

  • Se siete dei minimalisti, potete immergere con delicatezza le uova nell'acqua del cavolo e lasciarcele per circa mezz'ora. Potete controllare l'intensità del colore man mano che passa il tempo: più lunga l'immersione, più intenso il colore. L'effetto finale dipenderà anche dal colore del guscio: il guscio bianco darà un azzurro chiaro, il guscio marrone un azzurro scuro o ottanio.
  • Se siete degli sperimentatori, potete avvolgere le uova in tessuti di garza leggera o  pezzi di calza, annodando o fissando con degli elastici. Otterrete effetti cromatici diversi e deliziose sfumature, con impressione delle diverse texture tessili. Potete anche provare ad avvolgere degli elastici o corde attorno alle uova, ottenendo effetti molto carini.
  • Se siete dei romantici, potete sistemare delle foglioline sulla superficie dell'uovo. Può essere utile schiacciarle bene con le mani e bagnarle leggermente per spezzare la venatura. Oppure potete giocare d'astuzia 🙂 e passarle con la colla stick, quel tanto che basta per farle aderire al guscio. Poi infilate tutto nel tubo della calza e chiudete con un nodo ben stretto (guardate la foto sotto!).

Le uova dovranno stare immerse nell'acqua di cavolo per circa mezz'ora: di meno se volete effetti leggeri, di più se preferite colori più decisi. Naturalmente dipende molto dal colore del guscio: i gusci chiari produrranno sfumature d'azzurro leggere, mentre i gusci marroni vi regaleranno sfumature più scure. Sentitevi liberi di sperimentare! Potete anche fare un'immersione breve, per dare un colore di fondo, poi mascherare le uova come spiegato sopra e immergerle nuovamente per avere delicati effetti ton sur ton.

E il burro? Se volete un effetto marmorizzato, passate un tovagliolo sul panetto di burro e poi picchiettate delicatamente sul guscio. Il burro svolgerà un azione da  "resist" sul guscio e il guscio manterrà il suo colore. Anche qui vale il discorso che potrete fare più immersioni e applicare il burro magari al secondo passaggio. Scatenate la vostra creatività! Il colore è 100% naturale e le possibilità sono infinite.

Buon divertimento e buona Pasqua a tutti!

Gio

 

Posted in Tutorial and tagged , , , , .

8 Comments

    • Ciao cara Francesca! Allora oggi è il momento buono :)….puoi usare anche rape rosse (colore rosa) e la curcuma (giallo zafferano). Un abbraccio forte a te.

  1. Ciao Giorgia,
    Che belle le uova colorate…proverò a farle insieme ai miei bambini.
    Vanno svuotate prima di tingerle?
    Auguri di Buona Pasqua!!!

    • Ciao cara Anna! Non serve svuotarle e neanche cuocerle perché si immergono in acqua fredda. Tanti auguri anche a te…un abbraccio dai boschi!

  2. Non sapevo di questo blog. Quando farò vedere questa tecnica a mia figlia , impazzirà. Grazie e buona Pasqua anche a te. Veronica

    • Ciao Veronica! Benvenuta su Lares! Certamente vi divertirete tantissimo e farete i vostri esercizi di bellezza! Un abbraccio e Buona Pasqua a tutti voi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *