Torta morbida alla frutta.

Alla domanda "E tu di che torta sei?" risponderei senza esitazione "Torta morbida alla frutta, umida e profumata con un leggero retrogusto di limone!". Siccome siamo un po' tutti Dr. Jekyll e Mr. Hide, con qualche esitazione risponderei anche "torta farcita a più strati", ma la mia natura prevalente è sicuramente frutta!

La torta che vi racconto oggi è stata la dolce colonna sonora di tutta la mia estate, specialmente di quei venerdì di "porte aperte" in laboratorio, a cui avete partecipato in tantissimi riscaldandoci veramente il cuore.

Lo so lo so che avete già tutte una ricettina speciale di torta alla frutta :)! Qui però non si tratta tanto della frutta, quanto della miscela di farine che andrete ad utilizzare. Ormai da anni ho abbandonato l'uso della farina 00 e dello zucchero bianco nei miei dolci. Ho invece una passione per la farina di farro mescolata a farine ancora più grezze, tipo saraceno e segale.

La scoperta più piacevole dell'ultimo anno è stata però la farina di ceci! Così ora sto iniziando a sostituire la metà di tutti i miei impasti di torte, crostate e biscotti con questa farina proteica, saporita e senza glutine. Avete voglia di provare anche voi? Allora seguitemi passo passo in questa ricetta semplice e gustosissima!

 

 INGREDIENTI BASE:

  • 100 g farina di ceci
  • 100 g farina di farro
  • 2 uova intere
  • 120 g zucchero di canna in cristalli (tipo demerara)
  • 90 g olio di semi di girasole
  • 100 g yogurt bianco naturale
  • 12 g lievito per torte
  • scorza e succo (opzionale) di 1 limone
  • una bella ciotola di frutta mista (pesche, albicocche, prugne, more, ecc e chi più ne ha più ne metta!)

ingredienti per torta morbida alla frutta
ingredienti per torta morbida alla frutta

PROCEDIMENTO.

  • Setacciate le due farine assieme al lievito.
  • Preparate la frutta tagliata a cubetti o fettine e irroratela col succo di limone. Potete tenere alcuni piccoli frutti interi (more, fragole, ecc. per guarnire la superficie).
  • Montate le uova intere con lo zucchero usando le fruste elettriche, finché il composto sarà chiaro e spumoso.
  • Aggiungete l'olio di semi a filo, lo yogurt e la scorza del limone.
  • Versate le due farine setacciate nel composto di uova e amalgamate bene.
  • Incorporate la frutta e mescolate con cura.
  • Versate il composto in una tortiera imburrata e infarinata.
  • Cospargete la superficie con un cucchiaino di zucchero di canna (si creerà una deliziosa crosticina in cottura).
  • Cuocete in forno preriscaldato per 45 minuti circa (fate sempre la prova dello stecchino, se usate una delle nostre tortiere in gres ci vorrà probabilmente un'oretta).
torta morbida alla frutta cotta in teglia di rame

Questo impasto è molto versatile e si presta ad ogni tipo di stampo!

Se volete una torta classica potete cuocere in una tortiera tonda (anche di gres come la nostra!). Per un tocco chic potrete ad esempio decorare la superficie con delle mezze albicocche intere o con fettine di pesca sottili disposte a raggiera. Lasciatevi  ispirare dalla forma e dal colore della frutta e improvvisate dei piccoli mandala!

 

torta morbida di albicocche

Quest'estate mi è piaciuta l'idea di sperimentare con delle teglie grandi, di forma ovale o rettangolare. Mantenendo lo stesso impasto, otterrete delle torte più grandi e più basse, perfette per essere tagliate e servite a cubetti! Le teglie che uso appartenevano tutte alla mamma e le conservo gelosamente. Una è di vetro, una è in gres ( acquistata durante uno dei tanti viaggi in Provenza dei miei genitori) e una (quella della foto) è in rame. La teglia di rame ha una storia molto speciale: è stata infatti realizzata artigianalmente da una storica azienda trentina, la NAVARINI RAME, con sede proprio nel paesino vicino a Trento dove sono nata e cresciuta, Ravina. Se siete curiosi potete leggere qui la storia incredibile di questa famiglia d'artigiani. La mamma la chiamava, in dialetto, "la bazina" e la usava anche per il coniglio al forno e il pasticcio. Insomma è una teglia che porta con se tanti dolci ricordi di famiglia, soprattutto di pranzi domenicali e feste.

Vi lascio due consigli per servirla:

  • alla maniera classica, accompagnata da una fresca tisana di melissa, su piccoli piattini tutti diversi (vi piacciono quelli esagonali?) con forchettine vintage. Provate anche ad aggiungere una cucchiaiata di cremoso yogurt greco!

 

mise en place
torta alla frutta in cubetti
  • se invece prevedete molti invitati (come durante le nostre "porte aperte" in lab!), potrete anche tagliarla a cubetti e disporli su di un grande piatto da portata, decorando il tutto con qualche tralcio di questa bella "infestante" che è la vite americana. E niente tovaglioli di carta, ma dei rettangolini di tessuto naturale (cotone o lino), possibilmente di recupero, che laverete poi nella prima lavatrice della settimana 🙂 (quella la farete in ogni caso e lo spazio occupato da questi tovagliolini è veramente minimo!). Sistemateli in una bella scatoletta o cestino e saranno perfetti!
torta a cubetti

Altre varianti golose.

Tenete presente che la base di questa torta (anche senza frutta), può essere declinata in tante deliziose varianti. Che ne direste di banana, pere e pezzetti di cioccolato fondente? Inoltre lo yogurt può essere sostituito dalla ricotta e l'olio di semi di girasole dall'olio di cocco. Mano mano che mi verranno nuove idee, ve le mostrerò su instagram. Naturalmente aspetto con gioia anche le vostre ispirazioni!

E' tutto per ora! Vi abbraccio dal bosco e vi lascio ai fornelli. Ciao!

Gio

Posted in Cose dolci, Le nostre ricette and tagged , , , , , , , .